Translate

venerdì 27 giugno 2014

La mia nuova make up routine

Tempo fa abbiamo visto la mia make up routine, che però nel corso del tempo si è modificata.

Vi avevo già descritto la mia antipatia nei confronti dei fondotinta, non mi piacciono in generale da indossare tutti i giorni perché ritengo che diano al viso un aspetto troppo finto ed artificiale; li trovo adatti soltanto ad occasioni speciali, oppure di sera. A meno che non si parli di fondotinta minerale, l'unico fra tutti a parere mio a dare un effetto completamente naturale pur coprendo le imperfezioni ed uniformando l'incarnato.
La mia base consiste, infatti, nell'applicare la crema solare e successivamente il fondotinta minerale della Benecos ed il correttore e la cipria sempre della Benecos. Come terra, blush ed illuminante utilizzo quelli della Color evolution must have face di Kiko.

Per gli occhi una cosa che non tralascio mai sono le sopracciglia, che ridefinisco con la apposita matita della Essence. Se devo uscire per una semplice passeggiata applico solo un po' di mascara, altrimenti applico il fondotinta della Essence Stay all day come primer, un ombretto chiaro su tutta la palpebra, uno marrone sulla piega per dare definizione ed una bella riga nera intensa di eyeliner. Completo il tutto con una matita bianca nella rima interna, tanto tanto mascara e punti luce sul condotto lacrimale e sotto l'arcata sopraccigliare.. Il mio make up preferito è quello delle Pin up!

Sulle labbra amo i rossetti, di qualsiasi colore, tranne quelli sui toni dell'arancio e del corallo. Li applico sempre, preferendoli ai gloss per il loro effetto opaco; lo scelgo abbinandolo a come sono vestita ma prediligo sempre il classico rosso.

Review detergente fluido Aloe Bio 50

In tantissimi post in passato vi ho parlato di come creare in casa un detergente per il viso, come ad esempio nell'ultimo, in cui ho parlato del mitico detergente alla farina d'avena. Molte persone però non amano creare in casa i propri prodotti oppure semplicemente hanno poco tempo e sono alla ricerca di detergenti già pronti. Per questo oggi recensisco il detergente fluido della Aloe Bio 50:



Dicono di lui: "Ideale per pelli sensibili ed arrossate; deterge con dolcezza grazie al contenuto di tensioattivi di origine vegetale. Idrata, lenisce e protegge l'epidermide donandole comfort e benessere. Stop ai test sugli animali, privo di parabeni, siliconi, coloranti, ingredienti di origine animale."

Prezzo: 3,23 €

Quantità: 250 ml

Data di scadenza dall'apertura: 12 m

INCI: Aloe barbadensis leaf juice (50%), Aqua, Sodium coceth sulfate, Cocamidopropyl betaine, Sodium chloride, Lauryl Glucoside, Potassium olivoyl/Lauroyl wheat amino acids, Sodium lauroamphoacetate, Citric acid, Sodium gluconate, Parfum, Limonene, Hexyl cinnamal, Benzoic acid, Dehydroacetic acid, Phenoxyethanol, Linalool, Butylphenyl methylpropional.

Cosa ne penso io: l'INCI come avete potuto vedere è ottimo, è un detergente a base di aloe e infatti ne è composto addirittura per metà. L'ho acquistato perché d'estate si ha meno voglia ed anche meno tempo di stare a combattere con detergenti fatti in casa, così ho iniziato a provarlo colpita dagli ingredienti e ne sono rimasta davvero soddisfatta. Deterge la pelle senza seccarla o irritarla, la pulisce a fondo ed è anche rinfrescante. Inoltre per chi ha problemi di acne o pelle sensibile facile ad arrossamenti è davvero perfetto! 

La consiglio: assolutamente SI', a chi ha voglia di un detergente naturale e delicato in grado di detergere il viso idratandolo e rimuovendo le impurità.

mercoledì 25 giugno 2014

Detergente viso alla farina d'avena

Sapete benissimo che da tempo ormai utilizzo la farina d'avena come ingrediente base per la detersione quotidiana del viso, infatti da quando mi ha aiutata a sconfiggere l'acne da stress non ne ho potuto più fare a meno. In passato vi ho parlato della ricetta per creare il detergente a base di questa farina ed ossido di zinco (che puoi vedere qui), oggi però vi mostro una variante semplificata perfetta per ogni esigenza.


Ingredienti:

Farina d'avena (o farina di riso)
Acqua
Olio essenziale


Procedimento: prendete due cucchiaini di farina e a poco a poco aggiungete l'acqua fino a raggiungere una consistenza che non sia né troppo liquida, né troppo densa. Se volete potete aggiungere degli oli essenziali specifici per la vostra pelle e sta a voi decidere se applicarla su tutto il viso, aspettare che si asciughi e poi risciacquare, oppure, specialmente se avete poco tempo, massaggiarla sul viso come un normale detergente e poi risciacquare.


Perché ho scelto questi ingredienti? La farina d'avena come sapete per me è stata davvero miracolosa, mi ha aiutata non solo nel curare definitivamente la mia acne ma anche a ridurre la produzione di sebo. La consiglio quindi a tutte coloro che hanno una pelle impura oppure particolarmente sensibile e facile ad arrossamenti, perché è iper delicata ed è in grado di pulire a fondo senza aggredire. Tra parentesi ho scritto che potrebbe andare bene anche la farina di riso perché molte ragazze mi hanno scritto che non riescono a trovare con facilità quella di avena. Io l'ho sempre trovata in grandi supermercati oppure in quelli biologici, ma se proprio non riuscite a reperirla potete sostituirla con quella di riso, comunque adatta alle pelli sensibili anche se meno potente di quella di avena. Per rendere questa ricetta ancora più efficace potete decidere di aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale in base al vostro tipo di pelle; mi raccomando però a non esagerare.


Dove posso trovarli? La farina d'avena ho già scritto sopra che l'ho sempre trovata in ipermercati oppure in supermercati biologici, mentre quella di riso si trova molto più facilmente ovunque, anche in supermercati più piccoli o discount. Gli oli essenziali sono invece reperibili in farmacia, erboristeria o siti specializzati, come Aroma Zone.




Potrebbero interessarti anche:

Detergente viso fai da te
Detergente naturale contro i brufoli fai da te
Tonico per pelli grasse fatto in casa
Come sconfiggere la pelle grassa
Metodo naturale anti brufoli e punti neri
Maschera viso fai da te per pelli grasse
Come ho sconfitto l'acne da stress
Tonico al sale per viso e corpo
Maschera di sale per una pelle levigata

venerdì 20 giugno 2014

Review smalto Essence Glow in the Night

Qualche giorno fa girando per lo stand della Essence mi sono imbattuta in uno smalto davvero troppo particolare, che non ho potuto fare a meno di prendere! Sto parlando del top coat "Glow in the Night":



Dicono di lui: "Il top coat Glow in the Night trasforma le vostre unghie in "pura luce nella notte". Basta applicarne un leggero strato sullo smalto Essence colour and go preferito e l'effetto sarà incredibile! Mettete il flacone sotto la luce prima di applicarlo."

Prezzo: 2,39 €

Quantità: 8 ml

Cosa ne penso io: premetto che questo smalto mi è piaciuto tantissimo, perché fa ciò che promette ed il prezzo, come tutti i prodotti Essence, è davvero ottimo. L'INCI ha gli ingredienti che si trovano solitamente negli smalti, non c'è niente di strano o particolarmente pericoloso e questo è decisamente un altro punto a favore. Sul sito consigliano di mettere il flacone sotto la luce e poi procedere con l'applicazione, ma in realtà non è un passaggio fondamentale, dal momento che l'importante, per avere questo effetto, è "ricaricare" continuamente lo smalto. Quindi, come va steso? Inizialmente passate la base e lo smalto del colore che volete, poi al posto del normale top coat applicate questo con almeno due passate (più se ne danno, maggiore sarà l'effetto fluorescente). Se vedete che piano piano le unghie si stanno "scaricando", basterà passarle vicino ad una fonte di luce. Qui sotto vi mostro una foto dell'effetto al buio, ma mi dispiace che non sia venuta come in realtà si presentava, perché dal vivo le unghie erano davvero molto più brillanti:


Lo consiglio: assolutamente SI'!!

Il consigilio in più: applicando questo smalto ho scoperto in lui una funzione molto importante: è perfetto come base per indurire le unghie e far durare di più lo smalto che si applica sopra. Da quando lo utilizzo così mi rimane intatto il colore per una settimana e non ho più il timore che mi si spezzino le unghie!

giovedì 19 giugno 2014

Shampoo a secco fatto in casa facilissimo

Ultimamente abbiamo visto la comparsa in profumeria di prodotti per pulire i nostri capelli senza lavarli, ottimi per quando si ha poco tempo oppure si hanno i capelli grassi e si vuole evitare il lavaggio tutti i giorni. 
In realtà è possibile ottenere dei capelli puliti in pochissimo tempo anche con ingredienti facilissimi da reperire e che molti avranno già in casa. Sto parlando dell'amido di mais (maizena) e dell'amido di riso.

Come si usano? L'utilizzo è semplicissimo, basta prelevare con le dita un po' di amido e frizionarlo sui capelli, soffermandosi soprattutto sulle radici che tendono ad ingrassarsi con più facilità. Dopodiché si spazzola tutto via e, se ancora vedete che un po' di prodotto è rimasto fra i capelli, lo rimuoverete con una semplice passata di phon.

Come potete vedere è davvero un metodo facilissimo che tutti possono realizzare senza alcun problema ed è davvero efficace. Se non riuscite a trovare l'amido di riso in polvere ma soltanto in scaglie, va benissimo ugualmente, poiché sarete voi in casa con un tritatutto oppure un macinino a trasformarlo in polvere.

mercoledì 18 giugno 2014

Tutorial make up occhi tricolore per i mondiali

Proseguono i post su come creare un make up tutto italiano per i mondiali.
Dopo aver visto come realizzare le labbra tricolori, oggi vediamo come riprodurre lo stesso effetto sugli occhi.

Ovviamente dobbiamo munirci di primer e tre ombretti: verde, bianco e rosso. Quest'ultimo non è sempre facilissimo da trovare, ma può essere perfettamente sostituito da un blush o da un rossetto.
Iniziamo, dopo aver steso il primer, prendendo il colore bianco con cui andremo a riempire il centro della nostra palpebra. Consiglio di partire dal colore di mezzo perché ci si regola più facilmente sulle proporzioni di tutti e tre i colori. Successivamente prendiamo l'ombretto rosso che applicheremo nella parte destra ed il verde nella parte sinistra. Non commettete l'errore di fare un occhio con la bandiera "per dritto" e l'altro speculare, altrimenti nell'altro occhio la bandiera sarà storta perché il primo colore non sarà il verde, ma il rosso.


Per un effetto ancora più particolare, trasferite tutti e tre i colori anche nella rima inferiore e concludete il make up con il mascara:


lunedì 16 giugno 2014

Tutorial labbra tricolori per i mondiali

Con l'arrivo dei mondiali di calcio non poteva assolutamente mancare un post su come realizzare in modo semplice e con prodotti che abbiamo tutte in casa delle magnifiche labbra tricolori.
Ovviamente nessuno solitamente ha rossetti bianchi o verdi, mentre molto probabilmente ha quelli rossi.. Allora come rimediare?

In passato abbiamo già visto come cambiare colore ad un rossetto e proprio grazie a questo trucchetto andremo a ricreare la bandiera sulle nostre labbra.
Partiamo quindi stendendo il rossetto rosso:


Adesso prendiamo un ombretto verde ed uno bianco e con un pennello andiamo a tamponarli sulle labbra. Ricordate che il primo colore a sinistra deve essere il verde:



Per fissare il tutto basterà applicare un gloss trasparente e ricordate che il rossetto di base più sarà cremoso, migliore sarà l'effetto, perché l'ombretto aderirà con molta più facilità e si avrà anche un risultato più pigmentato.

domenica 15 giugno 2014

Come cambia la skin care con l'arrivo dell'estate

Dopo aver visto come cambia il make up con l'arrivo del caldo, oggi vediamo come si modifica anche la skin care routine.

Durante l'inverno abbiamo protetto la nostra pelle dal freddo, con creme e maschere particolarmente idratanti o nutrienti, ma adesso tutto questo potrebbe appesantire troppo la nostra pelle. Per capire a fondo cosa sia meglio fare per la nostra pelle, bisogna fare delle differenziazioni in base al tipo.

Le pelli secche è giusto che continuino comunque a curare la propria pelle anche con prodotti più forti, perché con il sole tendono a disidratarsi ed a seccarsi ancora di più. Come detergente e creme potranno quindi continuare ad utilizzare quelli di sempre, sostituendo magari il tonico con uno più rinfrescante adatto alle giornate torride, in grado però comunque di idratare.

Le pelli grasse, invece, avranno bisogno di prodotti più delicati, per evitare che producano ancora più sebo. Uno sbaglio che comunemente si commette è, infatti, quello di lavare il viso più volte al giorno durante l'estate, oppure di utilizzare prodotti che seccano troppo. La cura più efficace consiste, invece, nell'utilizzare detergenti specifici per questo tipo di pelle e creme idratanti molto leggere ad effetto matt, in grado di proteggere senza ingrassare. Se durante la giornata si ha voglia di rinfrescarsi, piuttosto che lavare nuovamente il viso è bene passare un tonico, così lo alleggeriamo senza aggredirlo. Se vogliamo un effetto ancora più piacevole, lasciamo il nostro tonico in frigo per qualche minuto e poi applichiamolo.

Le pelli normali se non hanno particolari problemi, potranno continuare ad utilizzare i prodotti di sempre, mentre se tenderanno a lucidarsi, si comporteranno seguendo i consigli delle pelli grasse.

Qualsiasi tipo di pelle si abbia, è bene effettuare poi due volte a settimana una maschera specifica, per idratare e rimuovere le impurità.


Con il caldo spopolano più che mai sugli scaffali delle profumerie le creme idratanti con protezione solare. Sinceramente io mi sento di sconsigliarle a chiunque: se i filtri sono chimici, non faranno mai bene alla pelle, più che mai se si applicano sul viso senza esporsi al sole. Quando si torna dal mare e ci si è messi la crema solare, infatti, è bene rimuoverla per bene e non lasciare alcun residuo sulla pelle.. Come può essere giusto, allora, lasciare tutto il giorno sul nostro viso una crema simile? Anche i filtri fisici non sono immuni da critiche e dubbi, visti i recenti studi sul Biossido di titanio (filtro fisico più utilizzato) che porterebbe a vari problemi di salute se impiegato in forma di nanoparticelle (come praticamente nel 99% delle creme in commercio). Se quindi non avete intenzione di esporvi ripetutamente al sole, vi sconsiglio l'utilizzo di creme da giorno con protezione solare e, se proprio come me avete la pelle molto chiara e non potete farne a meno, createvi in casa la vostra crema solare semplice e naturale.. Come? Clicca qui!

giovedì 12 giugno 2014

Come cambia il make up con l'arrivo dell'estate

Possiamo dire che ormai l'estate è arrivata, anche se non ufficialmente. Le temperature si sono alzate, fa sempre più caldo e noi ci rendiamo conto di non poter continuare ad utilizzare alcuni prodotti di make up usati finora.. Come cambia la nostra make up routine con l'arrivo della bella stagione?

Partendo dal viso possiamo sicuramente dire che molti fondotinta liquidi particolarmente coprenti e pesanti vengono sostituiti da quelli minerali o compatti. I primi adatti soprattutto alle pelli grasse e in generale a chi ha voglia di un aspetto naturale, i secondi per le pelli più secche o per chi non riesce a rinunciare neanche in estate ad un alta coprenza. Qualsiasi tipo si scelga, sarà importantissimo accertarsi che proteggano dal sole. Due prodotti che in estate assumono molta molta importanza sono l'illuminante e la terra. Il primo con l'abbronzatura è in grado di donare ancora più luminosità al viso dandogli un aspetto fresco, mentre con il secondo si può intensificare l'effetto abbronzato oppure proprio crearlo da zero per chi non andrà al mare.

Sugli occhi con l'arrivo dell'estate finalmente si può osare un po' di più con i colori e creare combinazioni vivaci ed accese, preferendo sempre prodotti waterproof, sia per chi ama truccarsi sulla spiaggia, sia per tutti i giorni, dato che è più facile sudare e far sbavare il make up.

Anche sulle labbra si possono azzardare tinte super intense, ma qualsiasi colore si scelga l'importante è avere sempre dietro un burro cacao oppure utilizzare gloss o rossetti idratanti, dato che con il sole le labbra tendono a seccarsi molto più facilmente.

Le unghie molto probabilmente si troveranno a stare molto tempo a contatto con l'acqua, per chi andrà al mare, per questo è bene utilizzare smalti rinforzanti e fare impacchi ristrutturanti.

venerdì 6 giugno 2014

Review correttore liquido Benecos

Concludiamo con questo la sequenza di post dedicati al mio primo ordine da "Il Giardino di Arianna" e, dopo aver visto il fondotinta minerale della Benecos e la sua cipria compatta, oggi vediamo il correttore liquido:



Dicono di lui: ""Il correttore naturale Benecos copre arrossamenti, occhiaie e altre imperfezioni della pelle."

Prezzo: 4,89 €

Quantità: 5 ml

INCI: Aqua, Glycerin, Talc, Simmondsia chinensis seed oil*, Alcohol*, Tricaprylin, Squalane, Polyglyceryl-5 laurate, Magnesium aluminum silicate, Silica, Hydrogenated lecithin, Polyglyceryl-3 stearate, Glyceryl caprylate, Cera alba, Citric acid, P-anisic acid, Xanthan gum, Polyglyceryl-10 laurate, Rosmarinus officinalis leaf extract, Helianthus annuus seed oil, Sodium hydroxide, Tocopherol, Aloe barbadensis leaf juice powder, CI 77891, CI 77492, CI 77491, CI 77499.
*proveniente da agricoltura biologica

Cosa ne penso io: di tutti i prodotti della Benecos acquistati, questo è stato sicuramente quello che mi è piaciuto meno. E' buono e nel complesso mi piace, ma non posso definirlo ottimo. La coprenza è elevata, occhiaie ed imperfezioni spariscono, il problema però è la sua consistenza, un po' troppo densa, per cui la stesura diventa difficoltosa. Il tubetto lo adoro, quando si tira fuori il pennellino sopra rimane la quantità perfetta da applicare sotto agli occhi o sulle imperfezioni, l'unica cosa è che bisogna sbrigarsi a sfumarla, altrimenti la stesura diventa ancora più difficile. L'effetto è molto molto naturale, anche se devo ammettere che questa tonalità, la "Light" (la più chiara) è comunque un po' più scura del colore della mia pelle, per questo sulle imperfezioni dopo devo necessariamente passare nuovamente il fondotinta per uniformare il tutto. Come prodotto comunque è molto delicato, è stato provato anche da persone con occhi particolarmente sensibili e non ci sono stati problemi di irritazioni o lacrimazione.

Lo consiglio: Ni, nel senso che se cercate un correttore naturale in grado di coprire perfettamente occhiaie ed imperfezioni, questa è sicuramente la scelta giusta. Se però siete alle prime armi con il make up, vi consiglio un prodotto dalla consistenza più facilmente lavorabile.

giovedì 5 giugno 2014

Review cipria compatta Benecos

Proseguiamo con i post riguardo il mio ordine da "Il Giardino di Arianna" e dopo aver visto il fondotinta minerale della Benecos, oggi vediamo la sua cipria compatta.



Dicono di lei: "Cipria compatta naturale per un colorito opaco ed equilibrato."

Prezzo: 4,99 €

Quantità: 9 g

INCI: Talc, Mica, Kaolin, Caprylic/Capric triglyceride, Macadamia ternifolia seed oil, Ricinus communis seed oil, Magnesium stearate, Glyceryl caprylate, P-anisic acid, Tocopherol, Helianthus annuus seed oil, (+/- May contain: CI 77891, CI 77499, CI 77491, CI 77492, CI 77007, CI 75470).

Cosa ne penso io: questa è la cipria "Porcelain", la più chiara fra le tonalità, anche se in realtà quando si applica non colora molto, quindi la ritengo adatta a tutti i tipi di pelle chiara. Mi piace tantissimo perché è leggera e dona un effetto opaco molto naturale che dura per ore, inoltre la scatolina ha una chiusura particolarmente forte che permette di poterla portare ovunque senza preoccuparsi che si apra o che possa fuoriuscire del prodotto. Essendo chiara ma non troppo coprente, la ritengo anche un valido illuminante per le pelli più scure o olivastre, perché è una cipria davvero molto luminosa ma che allo stesso tempo non accentua i pori dilatati, anche per questo mi piace molto. La maggior parte delle ciprie che ho provato in passato (nessuna naturale), mi opacizzava la pelle sul momento, ma quando andavo a struccarmi notavo che, nelle ore successive, la pelle per reazione produceva ancora più sebo, cosa che invece con questa cipria non mi accade. Si stende perfettamente sia con un piumino (per chi magari vuole un effetto più coprente), ma anche con un normale pennello da cipria, per chi ama un effetto più naturale, perché la consistenza non è troppo dura. L'INCI, come avete potuto vedere, è perfetto (anche qui fondamentale il discorso che ho fatto nel post sul fondotinta minerale riguardo il Titanium dioxide) ed il prezzo è davvero vantaggioso, per questo la ritengo perfetta per chi, come me, utilizza spesso questo prodotto.

La consiglio: assolutamente SI', per chi ha voglia di una cipria che opacizzi a lungo, naturale e ad un prezzo ottimo.

martedì 3 giugno 2014

Review fondotinta minerale Benecos

Vi avevo parlato tempo fa del mio primo ordine da Il Giardino di Arianna, così oggi vediamo il primo prodotto fra quelli che ho acquistato: il fondotinta minerale della Benecos.


Una volta aperta la scatolina, il prodotto si presenta così:



Dicono di lui: "Benecos Natural Mineral Powder Light Sand, adatta per le pelli chiare, opacizza la pelle e dona una carnagione splendida."

Prezzo: 4,80 €

Quantità: 10 g

INCI: Mica, Zea mays starch*, Kaolin, Octyldodecyl stearoyl stearate, Glyceryl caprylate, Levulinic acid, P-anisic acid, Sodium Levulinate, Tocopheryl acetate, Glycerin, Aqua, Oryza sativa hull power, Bambusa arundinacea stem powder, CI 77891, CI 77492, CI 77491, CI 77499, CI 77007.
proveniente da agricoltura biologica

Cosa ne penso io: come avete visto, il prodotto in questione è della tonalità più chiara, la "Light sand". Ho letto tantissime recensioni di ragazze che si lamentavano per la scarsa varietà di colori (ce ne sono quattro) e soprattutto avevo sentito dire che questa tonalità fosse adatta soltanto alle pelli chiarissime, come quelle delle ragazze rosse, ma provandolo ho potuto constatare che non è affatto così e va benissimo anche per le pelli chiare ma non troppo. E' un fondotinta minerale diverso dagli altri in commercio, infatti i suoi ingredienti sono diversi da quelli solitamente usati. A me è piaciuto tantissimo e mi sono trovata davvero bene, tant'è che continuo ad usarlo. La coprenza è buona, soprattutto se si utilizza con il trucchetto dell'acqua che abbiamo visto qui, risulta leggerissimo sulla pelle e lo adoro perché non dà minimamente l'effetto maschera (che soprattutto in estate con il caldo è facile ottenere) e dura tranquillamente tutto il giorno, donando l'effetto opaco per diverse ore. Io lo applico con il pennello flatbuki di Wjcon, dato che ho letto molti pareri negativi sulla spugnetta in dotazione, che ho riutilizzato per la cipria quando ho voglia di un effetto più coprente. L'INCI, come avete potuto vedere, è ottimo e non è da sottovalutare il fatto che proprio l'amido di mais (zea mays starch) provenga da agricoltura biologica, dato che è sempre più frequente come prodotto geneticamente modificato. Un aspetto su cui vorrei soffermarmi, e che ritengo fondamentale, è che fra gli ingredienti è presente il CI 77891, ma non il Titanium dioxide, dal momento che alcuni studi hanno recentemente constatato che l'inalazione di questa polvere a lungo andare non fa bene e addirittura potrebbe essere la causa di tumore ai polmoni. Qual è la differenza? In realtà entrambi sono Biossido di titanio, ma il secondo viene utilizzato come schermo fisico e ha particelle più piccole di dimensione e quindi più facili da inalare. Come sempre, non si sa mai quale sia la verità e se realmente questo ingrediente possa essere dannoso, ma nel dubbio sinceramente non me la sento di provare un fondotinta che lo contenga (specialmente se fra i primi posti e quindi in maggiore quantità), soprattutto perché è un prodotto che utilizzo spesso. Il Biossido di titanio, come l'ossido di zinco, protegge dal sole ed è impiegato proprio come filtro, per questo molti fondotinta minerali in commercio, che hanno questo ingrediente, hanno il fattore di protezione solare. Per ovviare al fatto che questo della Benecos non ce l'ha, come base per il trucco applico sempre la mia crema solare fatta in casa.

Lo consiglio: assolutamente SI', per chi ha voglia di un fondotinta leggero, coprente e naturale e, specialmente adesso che arriva il caldo, in grado di donare un effetto opaco duraturo.